Me
La storia del bambino che è diventato il volto del virus Zika in Brasile
Condividi su:

La storia del bambino che è diventato il volto del virus Zika in Brasile

Un fotografo brasiliano di Associated Press ha fotografato il piccolo Jose e sua madre e le loro immagini hanno fatto il giro del mondo

24 Feb. 2016

Quando un numero sempre maggiore di casi di microcefalia ha iniziato a diffondersi in Brasile in seguito all’epidemia causata dal virus Zika, il piccolo Jose Wesley è diventato uno dei primi volti della tragedia. 

Le immagini di Jose e di sua madre Solange Ferreira hanno fatto il giro del mondo dopo essere stati fotografati da un reporter brasiliano, Felipe Dana, di Associated Press. 

Nessuno sospettava che ci fosse qualcosa di strano quando Jose nacque il 27 settembre del 2015 a Bonito, nello stato di Pernambuco. Si pensava fosse più piccolo degli altri bambini perché era nato prematuro. 

“Spesso gli si irrigidiscono le gambe e gli diventano rosse. Per calmarlo lo metto dentro un secchio pieno d’acqua”, racconta la mamma. Ed è proprio la foto di Jose nel secchio ad essere diventata ormai emblematica in tutto il mondo. 

Il video che racconta la storia di Jose e di sua madre Solange. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus