Me

Il presidente dell’Uganda ha rivinto le elezioni

Yoweri Museveni, da 30 anni al potere, è confermato capo di stato del paese africano per la quinta volta. L'opposizione rifiuta il voto

Immagine di copertina

Il presidente dell’Uganda Yoweri Museveni ha vinto le elezioni con oltre il 60 per cento dei consensi, assicurandosi così il suo quinto mandato in veste di capo di stato del paese africano.

Museveni, 71 anni, è salito al potere trent’anni fa, in seguito al conflitto civile del 1986. È uno dei leader africani che è da più anni al potere.

Il suo ultimo mandato sarebbe dovuto terminare alla fine del 2006, ma nel 2005 è riuscito a cambiare a suo favore il limite imposto dalla Costituzione del paese.

Museveni ha trionfato facilmente a queste elezioni: il candidato d’opposizione che ha ottenuto più voti dopo di lui è stato Kizza Besigye, di 59 anni, con il 35 per cento dei consensi.

Besigye, che attualmente è agli arresti domiciliari, ha perso le ultime tre elezioni in Uganda. Ha dichiarato che il risultato di queste ultime elezioni è una farsa e si è appellato affinché la comunità internazionale rifiuti l’esito del voto.

Il presidente Museveni ha invece riferito che i suoi oppositori hanno perso perché non sono stati in grado di offrire una valida alternativa ai cittadini ugandesi.

Osservatori dell’Unione europea hanno criticato l’esito del voto, sostenendo che il partito al governo del presidente Museveni abbia creato un ambiente intimidatorio.

Su un totale di 15 milioni di aventi diritto al voto, sono 9,7 milioni i cittadini che hanno votato durante questa tornata elettorale, un’affluenza alle urne pari circa al 63 per cento. Avevamo parlato delle elezioni in Uganda qui. 

Qui di seguito i tre candidati principali a queste elezioni

– Yoweri Museveni, il presidente 

– Kizza Besigye, il candidato d’opposizione 

– Amama Mbabazi, 67 anni, ex premier, ministro ed ex alleato del presidente Museveni