Me
Cosa succede oggi nel mondo
Condividi su:

Cosa succede oggi nel mondo

I fatti da sapere per il 19 febbraio 2016

19 Feb. 2016

Europa: i colloqui sulle riforme tra il primo ministro britannico David Cameron, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e altri leader europei, sono proseguiti fino all’alba. Secondo Tusk sono stati fatti “alcuni progressi”. I colloqui continueranno per tutta la giornata di oggi. 

– Stati Uniti: Washington ha imposto nuove sanzioni alla Corea del Nord come conseguenza al suo programma nucleare e al lancio di missili delle scorse settimane. 

– Europa: il presidente del Consiglio europeo Tusk ha annunciato che all’inizio di marzo si terrà un summit tra Ue e Turchia per discutere sulla crisi dei migranti. 

– Iraq: il governo di Baghdad ha eseguito 40 condanne a morte contro miliziani del sedicente Stato islamico giudicati colpevoli del massacro nel campo Speicher, vicino Tikrit, del 2014, dove morirono 1700 reclute in maggioranza. 

– Cina: il Ceo di Uber ha annunciato che la famosa app di servizio trasporto automobilistico privato ha perso un miliardo di dollari in Cina in un anno. Uber è arrivata nel paese nel 2014 ed è disponibile in 40 città. 

– Grecia: 900 migranti sono stati soccorsi a largo dell’isola greca di Lesbo da una nave bulgara, secondo quanto dichiarato dall’agenzia europea Frontex. 

– Uganda: Il presidente in carica Yoweri Museveni, che si è candidato per un quinto mandato, secondo i primi dati diffusi dalla Commissione elettorale, avrebbe già il 61,75 per cento dei voti. Nel giorno delle elezioni presidenziali che si sono tenute il 18 febbraio 2016, l’accesso ai social network è stato bloccato per “impedire alla gente di raccontare bugie”, ha detto il presidente in carica. 

– Siria: Medici senza frontiere ha annunciato che non renderà nota al governo siriano e a quello russo, la posizione dei suoi ospedali in Siria dopo l’attacco subito il 15 febbraio 2016. 

– Cina: la qualità dell’aria della capitale Pechino è migliorata rispetto agli ultimi due anni. Lo ha annunciato un alto funzionario ambientale. 

– Bulgaria: il governo di centro destra guidato dal primo ministro Boiko Borisov è “sopravvissuto” al voto di fiducia del parlamento chiesto dall’opposizione a causa di questioni riguardanti la gestione della sanità. 

– Stati Uniti: ha fatto scalpore l’intromissione di papa Francesco nelle elezioni presidenziali americane. Il pontefice ha detto infatti che chi è interessato solo a costruire muri “non è un vero cristiano”, con un chiaro riferimento all’idea del candidato repubblicano Donald Trump di costruire un altro muro tra Messico e Stati Uniti. 

– Calcio: Sepp Blatter ha annunciato che non sosterrà nessuno dei candidati alle elezioni della presidenza Fifa che si terranno il 26 febbraio prossimo.

 – Siria: le Nazioni Unite hanno intenzione di avviare un programma di aiuti umanitari nella città di Deir al-Zor, assediata dai militanti del sedicente Stato islamico.

– Brasile: una task force medica brasiliana e statunitense lancerà una ricerca congiunta per trovare un vaccino contro il virus Zika. 

– Brasile: il patriarca ortodosso Kirill incontrerà il presidente brasiliano Dilma Rousseff a Brasilia.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus