Me
È online il nuovo trailer di Game of Thrones
Condividi su:

È online il nuovo trailer di Game of Thrones

Il network televisivo HBO ha diffuso un nuovo video che anticipa la sesta stagione della serie tv, che ripartirà il 24 aprile 2016

15 Feb. 2016

È stato pubblicato il 14 febbraio il secondo teaser trailer ufficiale della prossima
stagione di Game of Thrones – Il trono di
spade
, la serie tv statunitense prodotta da HBO e tratta dai libri di George
R. R. Martin.

Andata in onda per la prima volta nell’aprile 2011, la saga
fantasy-medievale ha sin dall’inizio guadagnato schiere di fan, grazie ai
curatissimi effetti speciali, alle performance degli attori e allo stile
anticonformista con cui l’autore tratta i suoi personaggi più noti, spesso
uccisi senza preavviso lasciando sconvolti lettori e spettatori.

La sesta stagione avrà inizio il 24 aprile 2016, e quello
che la HBO ha diffuso il 14 febbraio è finora il trailer più lungo che i fan
abbiano avuto occasione di vedere, dopo quello di circa 30 secondi comparso in
rete il 3 dicembre 2015:

 

Il nuovo video, diffuso su YouTube e sui social dalle pagine
ufficiali della serie, dura un minuto e venti e vede sullo schermo l’ambiente
tenebroso e spettrale della Sala delle Facce, un tempio dedicato al Dio dei
Mille Volti, le cui pareti sono piene di teste di uomini e donne ormai defunti.

Qui il teaser:

La macchina da presa si sposta lungo i muri, e tra le facce
incolonnate si riconoscono volti di personaggi centrali della storia, ora
immobili e senza vita. Di ognuno di loro, mentre viene mostrato allo
spettatore, si sente la voce mentre ripete una frase detta in vita: “
Chi pronuncia la sentenza deve
essere colui che cala la spada”, “Ho vinto ogni battaglia, ma sto perdendo
questa guerra”, “Mostra loro cosa significa perdere ciò che si ama”… Infine, per
ultimo viene mostrato, in silenzio, un volto che non ci si aspetterebbe di
vedere in quel luogo, non essendo ancora tra i tanti morti della serie, la cui
presenza incuriosirà sicuramente i seguaci della saga.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus