Me
Cosa succede oggi nel mondo
Condividi su:

Cosa succede oggi nel mondo

I fatti da sapere per il 15 febbraio 2016

15 Feb. 2016

Bosnia: La Bosnia Erzegovina ha presentato la richiesta di adesione all’Unione Europea. Lo ha annunciato l’Alto rappresentante per la politica estera, Federica Mogherini, spiegando che i 28 membri Ue procederanno alle necessarie analisi.  

– Ucraina: il governo di Kiev ha deciso di impedire temporaneamente il transito dei cargo russi su tutto il territorio ucraino. Il presidente Yatseniuk ha annunciato che la misura è la risposta ad un simile divieto da parte della Russia. 

– Turchia: il ministro della difesa turco, Ismet Yilmaz, ha negato l’accusa del governo di Damasco secondo cui alcuni soldati dell’esercito di Ankara sarebbero entrati in territorio siriano, ribadendo che la Turchia non ha alcuna intenzione di inviare truppe nella confinante Siria. 

– Territori palestinesi: cinque giovani di 15 e 17 anni sono stati uccisi dall’esercito israeliano in Cisgiordania in tre differenti episodi. I soldati hanno giustificato il gesto spiegando che i giovani stavano tentando di attaccarli. 

– Cina: la Cina ha impedito al giornalista Yang Jisheng di recarsi negli Stati Uniti per ritirare il premio Louis M Lyons che l’università di Harvard aveva assegnato al giornalista per i suoi reportage sulla carestia cinese del 1958-1961 che aveva ucciso 36milioni di persone. Il giornalista ormai in pensione lavorava per l’agenzia stampa Xinhua.

– Stati Uniti: il presidente Barack Obama ha chiesto alla Russia di porre fine ai bombardamenti contro i “ribelli moderati” in Siria, in supporto al suo alleato Bashar al Assad. Gli Stati Uniti considerano l’intervento russo in Siria come uno dei più grandi ostacoli alla pace nel paese. 

– Stati Uniti: i parlamentari repubblicani e i candidati presidenziali del partito hanno assunto una dura posizione contro il fatto che possa essere il presidente Barack Obama a nominare il nuovo giudice della corte suprema che sostituirà Antonin Scalia, morto sabato 13 febbraio in Texas, portando avanti l’idea che dovrebbe invece essere il futuro presidente a nominarlo. 

– Libia: il consiglio presidenziale ha varato un nuovo governo di unità nazionale per porre fine al conflitto nel paese. La lista di 13 ministri e 5 ministri di stato è stata ora inviata al parlamento di Tobruk, quello riconosciuto dalla comunità internazionale, per l’approvazione. 

– Siria: un ospedale di Medici senza Frontiere è stato distrutto da un raid aereo nella provincia di Idlib, nel nord del paese. Non ci sono vittime ma otto persone sono disperse. 

– Israele: l’ex premier Ehud Olmert, che ha governato il paese dal 2006 al 2009, inizierà i 19 mesi di prigione per scontare la condanna per corruzione. Olmert ha ribadito più volte la sua innocenza.

– Giappone: il primo ministro giapponese Shinzo Abe incontrerà a Tokio il presidente dell’Autorità nazionale palestinese, Mahmoud Abbas.

– Nigeria: il 21 febbraio si terranno le elezioni presidenziali in Nigeria

– Cinema: The Revenant ha trionfato ai Bafta 2016. Il film ha vinto la statuetta di miglior film, e Leonardo Di Caprio si è aggiudicato quella di miglior attore. Ad Alejandro González Iñarritu è andato inoltre il premio come miglior regista. La cerimonia di consegna si è svolta domenica 14 febbraio al London’s Royal Opera House.  

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus