Me

La propaganda sovietica attraverso la metropolitana in Russia

Le foto della metropolitana di Mosca e di San Pietroburgo nel progetto fotografico del canadese David Burdeny

Immagine di copertina

La metropolitana di Mosca, aperta nel 1935, fu progettata per essere uno strumento di propaganda sovietico. Infatti, la lussuosa architettura fu pensata proprio allo scopo di prevedere un futuro luminoso per la Russia, come suggerisce il nome stesso del progetto: “sveltloe budushchee”, che in russo significa “futuro splendente”.

Molte delle stazioni esibiscono busti di leader sovietici come Lenin o semplicemente murales che presentano elementi propagandistici.

La metropolitana di San Pietroburgo fu invece inaugurata nel 1955 dopo la morte di Stalin.

L’ex architetto canadese David Burdeny, ora fotografo, è stato il primo ad aver avuto la possibilità di fotografare gli interni delle stazioni delle metropolitane dopo l’orario di chiusura, intitolando il suo progetto “Russia: A Bright Future” ed esponendolo alla galleria Jennifer Kostuik di Vancouver.