Me

Nel 2018 sarà possibile viaggiare sul Titanic

Una compagnia australiana sta realizzando una replica esatta del transatlantico affondato nel 1912, che potrà ospitare clienti in viaggio dalla Cina a Dubai

Immagine di copertina

Secondo quanto annunciato dalla linea di imbarcazioni australiana Blue Star Line, una replica esatta del celebre e sfortunato transatlantico Titanic sarà messa a disposizione del pubblico nel 2018, con il nome di Titanic II.

Il magnate australiano Clive Palmer, che sta finanziando l’operazione, ha dichiarato che, pur in ritardo di due anni sui tempi previsti, il progetto di “riportare in vita” il Titanic è ancora in opera, e la tratta percorsa sarà da Jiangsu, in Cina, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.

Il Titanic originale era stato varato nel 1912 e, come molti sapranno, era affondato dopo l’impatto con un iceberg durante il suo viaggio inaugurale, uccidendo 1.503 persone nelle acque dell’Atlantico mentre era in viaggio da Southampton, in Gran Bretagna, a New York.

“Il nuovo Titanic sarà ovviamente all’avanguardia per quanto riguarda le procedure di evacuazione, con controlli satellitari, navigazione digitale, sistemi radar e tutto quello che ci si aspetta da unanave del 21esimo secolo”, ha dichiarato James McDonald, direttore del marketing della società Blue Star Line.

La nave avrà però molte delle caratteristiche originali, tra cui un bagno turco, un campo da squash, una grande scalinata, una piscina. Non mancherà neanche la suddivisione in prima, seconda e terza classe per quanto riguarda i biglietti in vendita.

In compenso, ci saranno come prevedibile sufficienti scialuppe di salvataggio per tutti, e non mancheranno comfort come l’aria condizionata.

Inoltre, la nave misurerà quattro metri in più di larghezza, a causa dei moderni requisiti di sicurezza marittima. Le dimensioni totali saranno quindi di 270 metri di lunghezza, 53 metri d’altezza e un peso di 40.000 tonnellate, distribuito su nove piani e 840 cabine in grado di ospitare 2.400 passeggeri e 900 membri dell’equipaggio.

Su TPI, le immagini di grafica digitale che la Blue StarLine ha diffuso per dare un’idea di come saranno gli interni deltransatlantico, e, qui sotto, un tour virtuale in animazione video: