Me

Il festival degli aquiloni in India

Le foto di Elisa De Pascali sulla celebrazione che ogni gennaio vede migliaia di aquiloni sfidarsi nei cieli indiani

Immagine di copertina

Il Makar Sankranti, ovvero la festa del raccolto, è uno dei
festival principali del mondo induista, e si celebra il 14 e 15 gennaio, giorno
della transizione del Sole dal tropico del Capricorno al tropico del Cancro. Tale
data corrisponde dunque con il solstizio invernale e rappresenta l’inizio della
primavera.

Nello stato federale indiano del Gujarat, nell’India nord-occidentale, questa occasione viene celebrata con una variante particolare chiamata Uttarayan: il festival degli aquiloni. Nelle giornate del solstizio, il cielo si riempie e si colora
di migliaia di aquiloni. Le terrazze degli edifici sono gremite di gente radunata per competere con i vicini.

L’aquilone
viene legato a un rocchetto, 
firkin, per avvolgere il filo rifinito
con un impasto speciale di colla e vetro, che lo rende tagliente al contatto con
quello dei rivali. 
Quando un aquilone viene tagliato, le grida entusiaste del
vincitore fanno eco nell’aria.

Dal 1989, la città di Ahmedabad ospita un festival
internazionale di aquiloni che richiama partecipanti da tutto il mondo:
Stati Uniti, Giappone, Malesia, Cina, nonché molti abitanti del Gujarat che risiedono fuori dallo stato e rientrano a casa per
festeggiare.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus