Me
I bambini fumatori dell’Indonesia
Condividi su:

I bambini fumatori dell’Indonesia

Una fotografa ha voluto ritrarre i piccoli fumatori indonesiani. E' nato così il suo progetto Marlboro Boys

10 Feb. 2016

In Indonesia la questione del tabacco è molto delicata e complessa. La percentuale di bambini dipendenti dal fumo è altissima, e alcuni di loro cominciano a fumare prima dei cinque anni.

È il caso di Dihan Muhamad, un bambino indonesiano che oggi ha sette anni, fuma 16 sigarette al giorno e ha cominciato a tre anni

Il commercio delle sigarette è strettamente legato all’economia del paese. La gestione del mercato del tabacco è in mano a una lobby potente, affiliata al governo indonesiano, e la mancanza di una norma capace di frenare l’emergenza non impedisce ai più piccoli di provare le sigarette. 

Inoltre, un pacchetto di sigarette costa circa un dollaro (meno di un euro) e non esistono controlli o limiti di età per chi li acquista. 

Non sono mancate le pubblicità e le campagne di sensibilizzazione sugli effetti del fumo, ma si sono rivelate poco efficaci. 

La fotografa Michelle Siu ha realizzato una serie di ritratti dei piccoli fumatori indonesiani, da cui è nato il suo progetto Marlboro Boys.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus