Me
In Slovenia la prima fontana di birra d’Europa
Condividi su:

In Slovenia la prima fontana di birra d’Europa

Il sindaco di Zalec ha lanciato il singolare progetto di arredo urbano per la modica cifra di 170 mila euro

09 Feb. 2016

La cittadina di Zalec, nella Slovenia centrale, sta portando avanti un singolare progetto di arredo urbano: costruire una fontana da cui, al posto dell’acqua, esca la birra.

Zalec, in effetti, domina una vallata di piantagioni di luppolo nota come la “valle dell’oro verde” – persino lo stemma cittadino verde e giallo raffigura una pianta di luppolo – e desidera celebrare la sua vocazione con un monumento adeguato, la prima fontana di birra d’Europa.

Non è ancora dato sapere quando la costruzione della fontana sarà portata a termine, ma già si rincorrono voci sulla varietà di birre, tutte slovene, che zampilleranno da essa. Per la modica cifra di sei euro, i visitatori potranno sorseggiare tre bicchieri da 30 centilitri serviti in un boccale commemorativo.

Il costo complessivo della fontana sarà di circa 170 mila euro, la metà del budget per l’edilizia del comune. Il sindaco di Zalec, Janko Kos, ha detto che parte del progetto sarà finanziato con donazioni private. “È vero che la fontana non sarà a buon mercato, ma si tratta di un progetto di sviluppo, un prodotto per il turismo”, ha dichiarato Kos.

Ma non tutti erano d’accordo con la costruzione della prima fontana di birra d’Europa. Alcuni consiglieri comunali non condividono la spesa di una somma simile per la costruzione di un’attrazione turistica. 

Ritenendo che quel denaro potrebbe essere speso meglio per la comunità di Zalec, gli oppositori hanno tentato di far naufragare il progetto nel corso di una riunione straordinaria all’inizio di febbraio. Sono stati però sconfitti da una maggioranza di due terzi nella consultazione che si è successivamente svolta. La fontana, quindi, si farà.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus