Me

Cosa succede oltre le mura di Roma

È in mostra fino al 10 marzo 2016, al Museo Macro Testaccio, il progetto fotografico Oltre le mura di Roma, che racconta la periferia della capitale

Immagine di copertina

I Global Shapers sono una comunità di ragazzi tra i 20 e i 30 anni che realizza progetti in ambito sociale. Nati nel 2011 su iniziativa del World Economic Forum, uno dei più importanti vertici internazionali sui temi dell’economia e dello sviluppo, contano circa 5.548 membri presenti in 454 città del mondo.

A fine 2015 hanno lanciato un concorso fotografico che si è concluso con la realizzazione del progetto Oltre le mura di Roma, in mostra al Museo Macro Testaccio fino al 10 marzo 2016.

Il progetto, selezionato all’annuale meeting del World Economic Forum a Davos come esemplare utilizzo dell’arte a scopo sociale, racconta le realtà poco note della periferia della capitale italiana, attraverso luoghi, situazioni e quotidianità di chi la abita.

Le oltre 200 fotografie in mostra, ciascuna delle quali indaga un aspetto diverso della vita di periferia, vogliono dare voce e importanza alle zone più trascurate e meno conosciute di Roma, di tutte quelle che si trovano “oltre le mura”.

Accanto all’esposizione dei progetti vincitori del concorso, sono in mostra gli esclusivi reportage d’autore realizzati da Stefano De Luigi, Davide Monteleone, Angelo Turetta, Tommaso Protti e Francesco Zizola, direttore artistico del progetto.

Qui i dettagli della mostra: MACRO Factory – Piazza Giustiniani 4, Roma. Martedì-domenica, orario: 14.00-19.30