Me

Dentro un istituto per il trattamento delle tossicodipendenze in Campania

Il fotografo Armando Di Lorenzo ha realizzato alcuni ritratti in un istituto per il trattamento delle tossicodipendenze, tra storie di droga, illegalità e redenzione

Immagine di copertina

Dal 21 al 27 febbraio 2016, il fotografo Armando Di Lorenzo presenterà presso il MOA – Museum of Operation Avalanche di Eboli, in Campania, la sua mostra Riscatti, organizzata da Sophis e ICATT con il patrocinio di merito del Comune della città campana.

Il reportage fotografico, composto di ritratti in bianco e nero, rappresenta un viaggio all’interno dell’Istituto di Custodia Attenuata per il Trattamento delle Tossicodipendenze di Eboli, tra storie di droga, illegalità e redenzione.

L’Istituto accoglie mediamente circa 50 detenuti di età compresa tra i 19 e 45 anni, tossicodipendenti e/o alcoldipendenti provenienti dalla Campania con un basso indice di pericolosità sociale. 

Il tema della mostra è proprio il reinserimento sociale dei detenuti dell’Istituto, ragazzi che
quotidianamente portano
avanti un percorso di recupero psicofisico al fine di instaurare un rapporto
di reciproca fiducia con le Istituzioni.

L’obiettivo dell’Istituto di Eboli, documentato in questo reportage, è far sì attraverso colloqui terapeutici, ma
soprattutto con attività creative e
lavorative quotidiane, i detenuti possano essere nelle condizioni, una volta scontata
la propria pena, di confrontarsi dignitosamente con la società. 
Su TPI, alcuni di questi ritratti e le loro storie.