Me

La Germania non concederà più il diritto di asilo a migranti marocchini, algerini e tunisini

Lo ha annunciato il vice cancelliere Sigmar Gabriel nel tentativo di scoraggiare l'arrivo di richiedenti asilo nel paese

Immagine di copertina

Il governo tedesco ha annunciato di voler inserire Algeria, Marocco e Tunisia nella lista dei paesi sicuri, e di conseguenza ai migranti provenienti da quei paesi nordafricani non potrà più essere concesso il diritto di asilo. 

Ad annunciarlo è stato il ministro dell’economia e vicecancelliere Sigmar Gabriel. Si tratta dell’ennesima mossa per tentare di frenare l’arrivo dei migranti nel paese, che nel 2015 ha ricevuto un milione e centomila richieste di asilo.

Il Marocco ha già fatto sapere che rimpatrierà i propri cittadini che si trattengono illegalmente in Germania. La proposta deve essere ora approvata dal parlamento. 

Anche la Germania quindi, come altri paesi europei che hanno ripristinato i controlli alle frontiere (Austria, Danimarca, Svezia, Norvegia e Francia), sta rivedendo la sua politica delle “porte aperte”, mettendo in atto nuove regole per scoraggiare i migranti che vogliono entrare nel paese.