Me

La ministra della Giustizia francese si è dimessa

Christiane Taubira non era d'accordo sulle norme che prevedono il ritiro della cittadinanza ai francesi condannati per terrorismo

Immagine di copertina

La ministra della giustizia francese, Christiane Taubira, si è dimessa per contrasti con il suo governo. Le dimissioni arrivano in concomitanza della discussione in parlamento della controversa riforma costituzionale che permetterebbe di ritirare la cittadinanza ai francesi condannati per terrorismo.

Taubira era l’esponente più a sinistra del governo Valls e aveva espresso riserve sul piano. “Qualche volta devi rimanere al tuo posto per resistere, qualche altra volta resistere significa andare via”, ha scritto sul suo account Twitter.

Christiane Taubira, nata nella Guiana francese, era stata tra le promotrici della legge sulla legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso in Francia. Era spesso stata accusata di avere una linea troppo morbida sulla questione della sicurezza pubblica, in particolar modo in seguito agli attacchi di Parigi del 13 novembre 2015.

A prendere il posto della ministra della giustizia dimissionaria sarà Jean-Jacques Urvoas, considerato più in sintonia con la linea politica del presidente Francois Hollande e del primo ministro Manuel Valls.