Me
Attacco dei Taliban all’università di Charsadda in Pakistan
Condividi su:

Attacco dei Taliban all’università di Charsadda in Pakistan

Una ventina le vittime accertate e più di 50 i feriti nell'attacco talebano all'istituto Bacha Khan

20 Gen. 2016

Almeno 19 persone sono rimaste uccise in un attacco all’università di Charsadda che si trova a 35 chilometri da Peshawar, in Pakistan. I feriti sarebbero 51.

L’attacco all’università Bacha Khan di Charsadda nel nordest della provincia Khyber Pakhtunkhwa, è stato condotto da milizie talebane mentre era in corso un evento culturale legato alla poesia e nel centro c’erano circa 600 visitatori e 3mila studenti.

Il conflitto a fuoco è ora terminato. Secondo le autorità il numero dei morti potrebbe essere più alto, visto che solo il 70 per cento degli studenti è stato ritrovato.

Per il momento sono stati recuperati i corpi di alcuni studenti, degli ufficiali di polizia, guardiani e un professore.

(Un tweet di Al Jazeera con la posizione di Charsadda nella mappa del Pakistan)

Shabir Khan, docente del dipartimento di inglese, ha detto che “la maggior parte degli studenti e del personale era nelle aule, quando è iniziata la sparatoria”. Khan ha detto che stava lasciando la sua stanza nel dormitorio, quando è iniziato l’attacco.

Nel 2014 un attacco simile era avvenuto in una scuola di Peshawar sollevando dubbi sulle capacità del Pakistan di far fronte alle minacce terroristiche provenienti dai Taliban infiltrati dall’Afghanistan.

“Siamo risoluti e determinati nel nostro impegno a eliminare la minaccia del terrorismo dal nostro paese”, ha reso noto dopo l’attacco di Charsadda il primo ministro pachistano Nawaz Sharif.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus