Me

Otto bambini uccisi da un raid aereo russo su una scuola in Siria

Almeno 20 persone sono rimaste ferite, tra loro anche diversi insegnanti, secondo quanto riporta l'Osservatorio siriano per i diritti umani

Immagine di copertina

Otto bambini e la loro insegnante sono stati uccisi in seguito a un raid aereo russo, che ha colpito una scuola vicino ad Aleppo, in Siria. Lo ha reso noto lunedì 11 gennaio l’Osservatorio siriano per i diritti umani.

Il raid aereo ha colpito la città di Anjara, nel nord del paese, e ha ferito almeno 20 persone, tra cui numerosi bambini e insegnanti.

Il gruppo di attivisti siriani ha precisato che domenica 10 gennaio la città di Anjara è stata teatro di pesanti attacchi aerei e scontri tra forze governative e ribelli. 

A fine settembre del 2015 la Russia ha intrapreso una campagna militare in Siria conducendo raid aerei contro l’Isis, anche se – secondo alcune fonti – potrebbe aver colpito anche i ribelli siriani che si battono contro il regime di Assad

Alla fine di dicembre, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, i bombardamenti aerei russi avevano ucciso più di 2.300 persone, tra i quali 792 civili. Mosca ha rigettato ogni accusa in merito.

Dall’inizio del conflitto in Siria, nel mese di marzo 2011, oltre 260mila persone sono state uccise.

A CHE GIOCO GIOCA LA RUSSIA IN SIRIA Perché il governo russo ha deciso di intervenire in Siria. L’analisi di Davide Tramballi 

— CHI E QUANTO STA BOMBARDANDO IN SIRIA IN UN GRAFICO Quali sono i Paesi e quanti velivoli vengono utilizzati negli attacchi aerei all’Isis in Siria