Me

I volti della solitudine nelle notti di Londra

Il fotografo Marco Sconocchia ha documentato i lati meno conosciuti della capitale britannica

Immagine di copertina

Con i suoi 8 milioni e mezzo di abitanti, Londra è una città frenetica e vivace. Le strade intorno a Piccadilly Circus dopo il tè delle cinque ricordano un immenso e colorato formicaio, con migliaia di persone che riempiono di passi veloci la piazza e le vie adiacenti.

Il fotografo torinese Marco Sconocchia ha però cercato di non farsi distrarre dalle luci scintillanti per osservare col suo obiettivo cosa si nasconde dietro l’apparente dinamismo: gli autobus che si allontanano dalla festa perpetua, la gente che torna annoiata dal lavoro, i taxi bui, gli uffici chiusi nei quali donne delle pulizie percorrono chilometri, le sagome dei cittadini affacciati alle proprie finestre.

Il risultato del lavoro di Marco Sconocchia è una serie di scatti notturni che mostrano la Londra “dietro le luci”, quella in cui è palpabile tutta la solitudine che si può incontrare nel vivere in una città così grande.