Me

La contaminazione radioattiva sulle strade di Fukushima

Le foto dell'artista francese Florian Ruiz ripropongono l'atmosfera spettrale della città giapponese dopo il disastro del 2011

Immagine di copertina

Il fotografo francese Florian Ruiz ha catturato le immagini che ripropongono il silenzio spettrale lungo la strada che conduce alla centrale nucleare di Fukushima, in Giappone, dopo il terremoto dell’11 marzo 2011 che ha provocato oltre 15mila vittime, secondo i dati delle autorità giapponesi.

I soggetti degli scatti sono rappresentati da luoghi abbandonati come parcheggi, stazioni di benzina e parchi desolati, utilizzati come rifugio per evitare la contaminazione radioattiva. Lo scopo dell’artista è quello di mostrare l’alterazione degli atomi attraverso l’uso del collage e del montaggio creando delle vibrazioni visive che rievocano le emissioni radioattive.