Me

Non per tutti il 1 gennaio è capodanno

Per i cinesi l'anno inizierà a febbraio, per gli iraniani a marzo e per i musulmani a ottobre. In Italia in antichità il primo dell'anno era il 25 marzo

Immagine di copertina

Non per tutte le culture l’anno inizia il primo di gennaio. Molti calendari si basano sulle fasi lunari, come per esempio quello cinese, o quello ebraico, oppure quello islamico.

Fino al 1582, quando entrò in vigore il calendario gregoriano, il capodanno era il 25 marzo, il giorno della festa dell’Annunciazione.

La città di Firenze ha mantenuto la tradizione di festeggiare la data del 25 marzo che viene anche detta capodanno fiorentino.

Lo spostamento al primo gennaio è dovuto a Papa Gregorio XIII che nel 1582 istituì un nuovo calendario che modificava il precedente calendario giuliano inserendo l’anno bisestile.

Il 2016 sarà un anno bisestile.