Me

Cosa è successo il 21 dicembre nel mondo

Senza giri di parole

Immagine di copertina

Sette uomini in India sono stati condannati a morte per aver stuprato e ucciso una donna nepalese a febbraio. 

– Il presidente della Fifa Joseph Blatter e il presidente della Uefa Michel Platini sono stati sospesi per otto anni perché ritenuti colpevoli di corruzione dal comitato etico della Federazione internazionale di calcio.

– I popolari del premier uscente Mariano Rajoy hanno vinto le elezioni generali in Spagna, ma non hanno ottenuto la maggioranza assoluta. 

– Rita Bosaho, del partito Podemosè la prima donna nera a ottenere un seggio nel parlamento spagnolo

– L’Unione europea ha esteso fino a luglio 2016 le sanzioni economiche contro la Russia introdotte a causa del conflitto ucraino. 

– Un kamikaze si è fatto esplodere nei pressi della base aerea di Bagram, in Afghanistan, uccidendo almeno sei soldati americani. L’attacco è stato rivendicato dai Taliban

– I Taliban sarebbero prossimi alla conquista della città afghana strategica Sangin, nella provincia di Helmand. 

– Un autobus keniota è stato attaccato al confine con la Somalia da un gruppo islamista armato. Secondo i testimoni, i passeggeri musulmani hanno protetto i compagni di viaggio cristiani impedendo che gli assalitori li uccidessero. 

– Il conduttore di Miss Universo ha sbagliato a leggere il nome della vincitrice del concorso e ha proclamato miss Colombia al posto che miss Filippine. La prima ragazza è stata reginetta per appena qualche minuto. 

– La banca centrale della Nigeria ha bloccato l’utilizzo di carte di credito e di debito nigeriane all’estero. 

– Le autorità sanitarie statunitensi hanno dato il via libera alle donazioni di sangue da parte di persone omosessuali a patto che non abbiano avuto rapporti nei 12 mesi precedenti alla trasfusione. 

– Il governo del Malawi ha sospeso le leggi contro gli omosessuali

– Il quotidiano britannico The Guardian ha insignito dell’onorificenza di fotografo dell’anno per il 2015 il greco Yannis Behrakis. Le foto su TPI

– Un giudice federale di Miami, in Florida, ha stabilito che le autorità avevano il permesso di nutrire con la forza un gruppo di immigranti che stava portando avanti uno sciopero della fame. 

– Il principe Christian di Danimarca, di dieci anni, è stato salvato mentre stava affogando al largo di una spiaggia australiana. 

Segui TPI su Twitter (@tpi)   

Iscriviti alla newsletter