Me
La Fifa sospende Blatter e Platini per otto anni
Condividi su:

La Fifa sospende Blatter e Platini per otto anni

Il comitato etico della Fifa ha ritenuto colpevoli di corruzione i due esponenti del calcio mondiale

21 Dic. 2015

Il presidente della Fifa, Joseph Blatter, e il presidente della Uefa Michel Platini sono stati sospesi per otto anni da tutti gli incarichi sportivi. La decisione è stata presa dai membri del comitato etico della Fifa riunitosi a Zurigo sabato e domenica, ed è stata resa nota lunedì 21 dicembre.

L’indagine aperta dal reparto investigativo del comitato etico ha riconosciuto i due esponenti del calcio mondiale colpevoli di appropriazione indebita e e gestione fraudolenta

L’inchiesta, ha voluto fare chiarezza sul versamento di due milioni di franchi svizzeri versati nel 2011 da Blatter al presidente dell’Uefa, Platini, per un’ipotetica consulenza svolta dall’ex calciatore francese per la Fifa tra il 1998 e il 2002.

La squalifica decisa dal comitato etico della Fifa avrà effetto immediato. Entrambi gli imputati hanno negato ogni loro coinvolgimento. Joseph Blatter è a capo della Fifa dal 1998, mentre l’ex giocatore francese Platini è alla guida della Uefa dal 2007. 

Oltre alla sospensione, i due sono stati condannati al pagamento di un’ammenda pari rispettivamente a 50 mila franchi svizzeri – circa 46 mila euro – per Blatter e 80 mila franchi svizzeri – circa 73 mila euro – per Platini. Alla luce della decisione presa dal presidente della camera arbitrale della Fifa, il giudice tedesco Hans-Joachim Eckert, il portavoce del presidente della Fifa ha già confermato il ricorso in appello del suo assistito davanti al tribunale arbitrale dello Sport di Losanna. 

L’inchiesta per punti

– Il versamento di 2 milioni di franchi svizzeri non faceva parte del contratto sottoscritto dalle due parti. Pertanto il pagamento effettuato nel febbraio del 2011 risulta non avere alcuna base legale. 

– Entrambi si sono giustificati dicendo che vi fosse un accordo verbale, secondo quanto prescritto dal diritto svizzero. Ma le loro argomentazioni sono state giudicate “non convincenti”. 

– Le azioni di Blatter non hanno mostrato alcun impegno verso un comportamento etico.

– Platini non ha agito con integrità e ha mostrato poca consapevolezza circa l’importanza delle sue funzioni. 

– E’ stato ravvisato dal Comitato etico della Fifa un conflitto di interessi, falso in bilancio e la non collaborazione delle parti in causa.  

Le elezioni presidenziali per la nomina del prossimo presidente della Fifa si terranno il 26 febbraio 2016. Attualmente sono cinque i candidati in lizza: 

– Sheikh Salman bin Ebrahim Al-Khalifa – Bahrain, capo del calcio asiatico;

– Tokyo Sexwale – Sud Africa, politico e magnate;

– Il principe Ali bin al-Hussein – Giordania, ex vice-presidente della Fifa;

– Gianni Infantino – Svizzera, il Segretario Generale UEFA;

– Jerome Champagne – Francia, un ex assistente segretario generale della Fifa.

Al voto sono chiamati i rappresentanti di 209 stati membri della Fifa e sarà a scrutinio a segreto. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus