Me

Le forze di sicurezza turche hanno ucciso 54 curdi del Pkk

È successo durante un'operazione turca nel sudest del Paese

Immagine di copertina

Le forze di sicurezza turche hanno ucciso 54 militanti curdi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) durante tre giorni di scontri verificatisi tra le città di Silopi e Cizre, nel sudest della Turchia. A riferirlo è stata l’agenzia di stampa turca Anadolu.

Le città in cui gli scontri si sono verificati si trovano nella provincia di Sirnak, vicino al confine con la Siria e con l’Iraq, un’area in cui a partire da lunedì 14 dicembre le forze di sicurezza turche hanno lanciato un’operazione contro i militanti del Pkk.

Il Pkk è considerato un’organizzazione coinvolta in attività di terrorismo dalla Nato – di cui la Turchia fa parte – e dall’Unione europea.