Me

Cosa è successo il 18 dicembre nel mondo

Senza giri di parole

Immagine di copertina

Per la prima volta nella storia, il numero delle persone che vivono in condizioni di povertà estrema nel mondo è inferiore al 10 per cento della popolazione globale.

– L’Unione africana ha annunciato l’invio di 5mila peacekeeper in Burundi per proteggere i civili nonostante non sia arrivato il via libera del governo. 

– Dopo appena una settimana dal primo allarme rosso della storia della Cina per gli altissimi livelli di smog di Pechino, la capitale cinese ha lanciato un secondo allarme

– Le forze di sicurezza turche avrebbero ucciso 54 militanti curdi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) durante tre giorni di scontri nel sudest della Turchia

– Nonostante il cessate il fuoco e l’avvio dei colloqui di pace in Svizzera, le forze governative yemenite hanno riconquistato la città di Harad, vicino al confine con l’Arabia Saudita, precedentemente occupata dai ribelli houthi.

– Venerdì 18 dicembre si è tenuto a New York il terzo vertice del Gruppo internazionale di supporto per la Siria, a cui hanno partecipato diplomatici provenienti da 12 paesi tra cui l’Italia.

– Secondo fonti ufficiose, Israele e Turchia starebbero per firmare un accordo per la normalizzazione dei rapporti tra i due paesi, dopo che nel 2010 dieci attivisti turchi filopalestinesi avevano perso la vita per mano israeliana mentre si trovavano a bordo della Freedom Flottilla.

– Il primo ministro britannico David Cameron ha annunciato che il Regno Unito nel 2016 cambierà in maniera radicale i propri rapporti con l’Unione europea

Madre Teresa di Calcutta diventerà santa nel 2016. 

– Le autorità russe hanno dichiarato che la scatola nera a bordo dell’aereo abbattuto dai caccia turchi al confine con la Siria sarebbe danneggiata.

– Da marzo 2015, in Iran sono state sequestrate migliaia di automobili alle donne che guidavano senza il tradizionale hijab, obbligatorio per il codice di abbigliamento islamico. 

– Secondo la Commissione per la pianificazione nazionale del Nepal, sarebbero circa 600mila le famiglie rimaste senza abitazione a causa del terremoto del 25 aprile scorso. 

– Una missione segreta di un commando degli Stati Uniti in Libia è stata svelata da alcune fotografie pubblicate su Facebook da uno dei soldati americani. 

– Mercoledì 23 dicembre alle 9.10 attraverso diverse radio italiane verrà diffusa la canzone People have the power di Patti e Fred Sonic Smith in memoria delle vittime del terrorismo e come forma di ribellione comune contro la violenza.

– Il primo ministro australiano si è detto “estremamente deluso” riguardo alla decisione del governo giapponese di riprendere la caccia alle balene

– Il 18 dicembre 1879 nasceva in Georgia Iosif Vissarionovic Džugašvili, più noto con il nome di Stalin. Su TPI, cinque cose che forse ancora non sapete su di lui. 

– Uno studente di sociologia ha realizzato alcuni ritratti fotografici di donne indiane rimaste vittima di attacchi con l’acido. Le foto su TPI

– Una chiesa sconsacrata a Llanera, in Spagna, è stata ridipinta da uno street artist e ora è utilizzata come skatepark

– Il fotografo Joni Niemela ha realizzato alcuni scatti dell’aurora boreale in Finlandia. Le foto su TPI.

– Ogni paese ha le proprie tradizioni natalizie. Su TPI ne potete trovare 20 tra le più famose e curiose.

Segui TPI su Twitter (@tpi)   

Iscriviti alla newsletter 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus