Me

Cosa è successo il 16 dicembre nel mondo

Senza giri di parole

Immagine di copertina

Un ex membro del partito francese dell’estrema destra xenofoba Fronte nazionale avrebbe fornito le armi utilizzare da Amedy Coulibaly, il terrorista islamista che ha ucciso una poliziotta e quattro ostaggi nella giornata delle stragi di Charlie Hebdo.

– Il governo italiano ha annunciato che invierà 450 soldati in Iraq per proteggere i lavori di manutenzione di un’azienda di Cesena alla diga di Mosul, nei pressi della città controllata dall’Isis.

– Ventisei uomini originari del Qatar sono stati rapiti durante una battuta di caccia in un’area desertica nel sud dell’Iraq

– Venticinque musulmani della minoranza etnica hausa, in Sudan, rischiano la pena di morte per aver seguito una versione dell’Islam considerata sbagliata dal governo.

– La polizia austriaca ha arrestato due persone a Salisburgo per presunti legami con gli attacchi di Parigi del 13 novembre. 

– È morto all’età di 96 anni Licio Gelli, il capo della loggia massonica P2. 

– Il viceministro degli Esteri russo Alexei Meshkov ha affermato che la Turchia dovrebbe pagare un risarcimento alla Russia per l’aereo militare abbattuto al confine con la Siria lo scorso 24 novembre. 

– Il premier italiano Matteo Renzi ha dichiarato che è molto probabile che l’Unione europea e i paesi occidentali ridefiniscano le sanzioni economiche verso la Russia nei prossimi mesi. 

– Nella sera di martedì 15 dicembre si è tenuto a Las Vegas in diretta televisiva il quinto dibattito tra i candidati repubblicani alle presidenziali degli Stati Uniti. I dettagli su TPI.

– Il governo della Macedonia ha annunciato di essere pronto a un’apertura nei confronti della Grecia per cambiare il nome della propria nazione, contestato dai greci perché corrisponderebbe a quello di una regione settentrionale greca. 

– Secondo un’indagine del quotidiano The Guardian, la versione britannica della piattaforma Amazon venderebbe armi considerate illegali.

– Un uomo tedesco è stato condannato per incitamento all’odio razziale dopo che ha diffuso l’immagine di un proprio tatuaggio che ritrae il campo di concentramento di Auschwitz accompagnato dallo slogan: “A ognuno il suo”.

– La Corte suprema giapponese ha confermato la validità della legge che prevede che la moglie debba prendere il cognome del marito una volta sposata. 

– Il cast di Star Wars ha realizzato un video in cui gli attori cantano a cappella la colonna sonora della saga in occasione dell’uscita del settimo episodio nelle sale di molti paesi del mondo. 

– Alcuni ricercatori svizzeri hanno creato quella che è stata definita l’immagine più piccola mai stampata al mondo. 

Segui TPI su Twitter (@tpi)   

Iscriviti alla newsletter