Me

Cose da sapere per la giornata di oggi

Senza giri di parole

Immagine di copertina

Francia: sarebbe stato identificato il terzo attentatore del Bataclan durante la strage di Parigi del 13 novembre, il suo nome sarebbe Foued Mohamed-Aggad ed era originario di un piccolo centro vicino a Strasburgo. Nel 2013 si era recato in Siria con un gruppo di persone. La notizia è stata data dal quotidiano francese Le Parisien.

– Afghanistan: i Taliban hanno attaccato l’aeroporto di Kandahar nel sud dell’Afghanistan. 37 persone tra soldati delle forze di sicurezza e civili, e 9 Taliban sarebbero morti negli scontri. L’aeroporto è utilizzato dall’esercito afgano, dalla Nato e dalle Nazioni unite. L’attacco è avvenuto nella notte di martedì 8 dicembre alla vigilia degli incontri di pace sull’Afghanistan che si terranno per due giorni a Islamabad, in Pakistan, a partire da mercoledì 9.

– Grecia: 11 persone sarebbero morte e altre 13 sarebbero ancora disperse nel Mar Egeo dopo il naufragio di un’imbarcazione con a bordo dei migranti. A riferirlo è la Guardia costiera greca che nelle operazioni di soccorso è riuscita a salvare 26 persone. L’imbarcazione era partita dalle coste turche ed era diretta verso l’isola greca di Farmakonissi.

– Siria: i ribelli siriani stanno abbandonando la città di Homs dopo aver raggiunto un accordo per il cessate il fuoco con l’esercito regolare di Assad. Le prime proteste contro contro il presidente Bashar al-Assad nel 2011 erano partite dalla città di Homs che a lungo era stata considerata la capitale dei ribelli contro il governo. Il cessate il fuoco è stato raggiunto grazie alla mediazione delle Nazioni unite e ha permesso l’arrivo nella città di cibo dopo quasi un anno di combattimenti.

– Venezuela: terminato lo spoglio delle schede, sono stati pubblicati i risultati definitivi delle elezioni parlamentari in Venezuela. L’opposizione anti-chavista ha ottenuto 112 dei 167 seggi in parlamento raggiungendo una maggioranza dei due terzi. I socialisti con i loro alleati hanno avuto 55 seggi.

– Canada: il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dato il via a una inchiesta sulle violenze che avvengono in Canada contro le donne native americane. Il tasso di uccisioni e sparizioni delle donne e delle ragazze indigene sarebbe molto alto, ma il predecessore di Trudeau, il conservatore Stephen Harper, si era sempre rifiutato di avviare un’inchiesta.

– Cina: continua l’allerta rossa per i livelli di smog a Pechino. Dopo due giorni di misure di emergenza, i livelli di inquinamento hanno iniziato a scendere sotto alla soglia massima dei 300 microgrammi per metro cubo di aria posizionandosi intorno ai 250 microgrammi.

– Cile: l’imprenditore ambientalista, Douglas Tompkins, fondatore del marchio di abbigliamento e attrezzature sportive The North Face, è morto martedì 8 dicembre nel corso di un’escursione in kayak in Cile. Tompkins aveva 72 anni.