Me

Le 10 migliori città dove studiare nel 2016

Un sito britannico ha stilato la classifica delle migliori città in cui studiare nel 2016, basandosi su fattori come la qualità della vita e l'offerta universitaria

Immagine di copertina

Quali sono le città migliori per uno studente? QS World University Ranking ha stilato la classifica dei luoghi migliori al mondo dove studiare nel 2016, basandosi su fattori quali gli standard accademici, la convenienza, le opportunità e le prospettive di lavoro. 

Di seguito le prime dieci posizioni: 

10. Seul

La metropoli sudcoreana potrebbe non sembrare una scelta ovvia per uno studente, ma si è rivelata una delle mete più gettonate grazie alla presenza di ottime università e alle molte opportunità lavorative per i laureati.

9. Berlino

Grazie alla qualità della vita e all’abbordabilità dei prezzi, Berlino rientra tra le prime scelte di giovani e studenti. La città offre una vasta scelta universitaria, e rappresenta una meta perfetta per coloro che sono interessati ad approfondire temi legati allo sviluppo ambientale. Si stima infatti che il 44 per cento della superficie della città sia costituito da parchi, aree ricreative, boschi e fiumi. Non solo, Berlino si distingue anche per il costo della vita che rimane piuttosto contenuto rispetto ad altre città europee, soprattutto in termini di alloggi e tasse universitarie.

8. Hong Kong

Per la qualità della vita e per il prospero mercato del lavoro, Hong Kong si piazza all’ottavo posto. L’Università di Hong Kong rientra fra i tre migliori istituti universitari dell’Asia. Tuttavia, gli alti prezzi degli affitti possono rappresentare un ostacolo non indifferente per molti studenti. 

7. Montreal

Tutte le città del Canada vantano un punteggio elevato per quanto riguardano qualità della vita, ma Montreal spicca tra queste in quanto è la seconda città canadese per numero di studenti stranieri, poiché offre numerosi corsi universitari bilingue, in inglese e francese. L’ostacolo è costituito dall’elevato costo delle tasse universitarie, che viene però in un certo senso compensato dal contenuto costo della vita. 

6. Singapore

La città ha ottenuto un modesto miglioramento nella qualità delle università locali, e questo l’ha portata alle prime posizioni della classifica per i migliori luoghi in cui studiare nel 2016.

5. Londra

Nonostante la capitale britannica abbia ottenuto un punteggio altissimo grazie al mix di studenti, alla qualità della vita e alla presenza di molte università prestigiose, il prezzo degli affitti tutt’altro che accessibile ha fatto si che Londra perdesse posizioni nella classifica. Nel 2014 si era infatti piazzata terza, mentre nel 2013 occupava la seconda posizione. 

4. Sidney

Nonostante non si distingua particolarmente per il prestigio delle università, la città australiana è diventata negli ultimi anni una delle mete più ambite per gli studenti internazionali, grazie al clima soleggiato, all’invitante stile di vita, al benessere e alle opportunità lavorative che offre.

3. Tokio

La città più popolosa al mondo, in cui si registra uno dei più alti punteggi per quanto riguarda la qualità della vita, offre numerose opportunità lavorative per i laureati, il che le garantisce il terzo posto nella classifica.

2. Melbourne

Campagna regione lazio

La città australiana è diventata negli ultimi anni una delle mete più ambite per gli studenti universitari internazionali. I suoi punti di forza sono diversi: l’abbondanza delle opportunità lavorative, la lingua madre inglese, la vicinanza ai paesi asiatici, e l’alta qualità della vita. Melbourne vanta inoltre alcune delle migliori università australiane e ospita una grande comunità di studenti internazionali. 

1. Parigi 

Simbolo d’eccellenza dell’amore romantico, delle passioni bohemien, dell’arte, della culture e della moda, la capitale francese detiene da tre anni la prima posizione in classifica. La città vanta 18 delle università migliori al mondo, e questo fa sì che gli studenti – parigini e non – godano di ampie opportunità lavorative anche a livello internazionale.

L’Italia è presente nella classifica solo con Milano al 38esimo posto e Roma al 61esimo. 

Qui la classifica completa