Me
Cosa è successo il 4 dicembre nel mondo
Condividi su:

Cosa è successo il 4 dicembre nel mondo

Senza giri di parole

04 Dic. 2015

Secondo le autorità statunitensi, uno dei responsabili della strage al centro per disabili di San Bernardino in California avrebbe giurato fedeltà all’Isis su Facebook prima dell’attacco. 

– La Cina investirà circa 55 miliardi di euro in tre anni per lo sviluppo del continente africano. 

– L’ufficio del procuratore belga ha annunciato che le autorità sono alla ricerca di due persone sospettate di aver collaborato con i terroristi che hanno compiuto la strage del 13 novembre a Parigi.

– Il bar A la Bonne Bière di Parigi, dove negli attacchi del 13 novembre erano morte cinque persone, ha riaperto i battenti venerdì 4 dicembre.

– Almeno 16 persone sono morte a causa dell’esplosione di una bomba molotov all’interno di un ristorante della capitale egiziana Il Cairo.

– L’intelligence russa ha avvisato la Thailandia che dieci presunti membri dell’Isis si troverebbero nel territorio per progettare attacchi rivolti ai turisti russi. 

– La Corte suprema brasiliana ha rigettato ogni richiesta di bloccare l’impeachment per la presidentessa del Paese Dilma Rousseff, indagata per la presunta manipolazione di conti pubblici.

– Uomini armati avrebbero ucciso otto civili in un campo rifugiati della Repubblica centrafricana

– Sedici persone sono state incriminate per corruzione nell’ambito del processo sulla Fifa.

– Una mappa pubblicata dall’agenzia Reuters mostra come la Russia starebbe colpendo coi propri raid in Siria anche zone non controllate dall’Isis.

– Il parlamento tedesco ha votato a favore dell’intervento militare della Germania in Siria contro l’Isis

– La polizia italiana ha sgominato una cellula della ’ndrangheta che aveva creato una rete di distribuzione di droga a Venezia.

– Nella notte tra giovedì 3 e venerdì 4 dicembre, il vulcano Etna ha eruttato. Le foto su TPI

– Il segretario alla Difesa americano ha annunciato che ogni incarico militare verrà aperto anche alle donne

Google ha lanciato la sua prima rete wi-fi nella capitale dell’Uganda Kampala. L’operazione fa parte di un progetto che mira ad ampliare l’accesso a internet per i Paesi in via di sviluppo. 

– Un illustratore ha spiegato tramite un fumetto il paradosso che spinge gli statunitensi ad acquistare armi per la paura di essere coinvolti in scontri a fuoco e come questo fatto aumenti il rischio di nuove stragi. 

– In Cina, gli introiti dei box office sono aumentati del 48 per cento dal 2014. 

– Il celebre dizionario britannico Oxford ha stabilito che la parola dell’anno per il 2015 è emoji.

Segui TPI su Twitter (@tpi)   

Iscriviti alla newsletter 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus