Me
Il Pakistan rifiuta di accogliere 30 migranti respinti dalla Grecia
Condividi su:

Il Pakistan rifiuta di accogliere 30 migranti respinti dalla Grecia

Secondo il ministero dell'Interno pakistano queste persone sarebbero state deportate illegalmente dall'Ue. I migranti sono stati successivamente rimandati indietro

04 Dic. 2015

Il Pakistan ha impedito a 30 migranti rimpatriati dalla Grecia di scendere dall’aereo che li aveva condotti all’aeroporto di Islamabad. La notizia è stata diffusa dal ministero dell’Interno affermando che le persone sarebbero state “deportate illegalmente” in Pakistan.

Successivamente, l’aereo è ripartito da Islamabad con le 30 persone a bordo, dirette verso tre Paesi europei. Ad altri 19 migranti che erano stati invece “verificati” è stato permesso di sbarcare nella capitale pakistana.

“Per ordine del ministro dell’Interno, l’Agenzia investigativa federale non ha permesso a queste persone deportate illegalmente e all’equipaggio dell’aereo di lasciare il velivolo”, ha comunicato in una nota il ministero.

Le 30 persone erano giunte a Islamabad con un volo charter dopo essere state respinte dalla Grecia.

L’evento arriva una settimana dopo i colloqui di alto livello tra Pakistan e Unione europea sul tema dei rimpatri forzati di cittadini pakistani dall’Ue verso il loro Paese d’origine.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus