Me
La protesta delle donne senza assorbente a Londra
Condividi su:

La protesta delle donne senza assorbente a Londra

Alcune donne hanno deciso di non usare l'assorbente durante il ciclo per protestare, davanti al parlamento britannico, contro la tassa in vigore nel Regno Unito

09 Nov. 2015

Negli ultimi giorni diverse donne hanno protestato in più occasioni di fronte alla sede del parlamento britannico a Londra per manifestare il proprio dissenso verso la tassa che il governo ha introdotto su alcuni prodotti, tra cui gli assorbenti intimi femminili.

Le donne hanno deciso di non indossare alcun assorbente nonostante in quel momento avessero il ciclo mestruale, e hanno indossato pantaloni bianchi per mostrare meglio il sangue sui loro indumenti. “Gli assorbenti non sono oggetti di lusso, sicuramente lo sono meno di decorazioni per torte, carni esotiche e molte altre cose che attualmente non sono tassate come prodotti di lusso”, ha scritto su Facebook Charlie Edge, una delle attiviste che hanno inscenato la protesta.

Lo scorso 29 ottobre il parlamento britannico si è espresso contro l’abolizione della tassa del 5 per cento su diversi prodotti sanitari tra cui gli assorbenti, nota nel Regno Unito come “tampon tax”. 

Tuttavia, il dipartimento del Tesoro britannico ha reso noto che la tassa sui prodotti sanitari nel Regno Unito, pari al 5 per cento, è la più bassa consentita dall’Unione europea e per abbassarla è necessario aprire un negoziato a livello comunitario. Una raccolta firme per cambiare questa legge ha raggiunto, nell’ottobre del 2015, oltre 250mila firme.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus