Me
Nella scatola nera dell’aereo Metrojet si sente il rumore di un’esplosione
Condividi su:

Nella scatola nera dell’aereo Metrojet si sente il rumore di un’esplosione

L’ha dichiarato il capo delle investigazioni egiziane Ayman al-Muqaddam in una conferenza sabato 7 novembre

07 Nov. 2015

Un forte rumore avrebbe concluso le registrazioni della scatola nera del volo Metrojet caduto nel Sinai lo scorso 31 ottobre. Lo dichiara il capo delle investigazioni egiziane, Ayman al-Muqaddam, in una conferenza tenutasi al Cairo, in Egitto.

Al-Muqaddam ha anche aggiunto che non è ancora stata identificata la fonte né la natura del rumore che si sente nell’ultimo secondo della registrazione, ma un’analisi per scoprire di che cosa si tratti è in corso.

Secondo il capo delle investigazioni non si può ancora affermare la causa dell’incidente che ha portato alla morte 224 persone la mattina di sabato 31 ottobre.

Il governo britannico e alcuni funzionari statunitensi suggeriscono che l’aereo sia caduto a causa dell’esplosione di una bomba a bordo, mentre Egitto e Russia lo smentiscono, affermando che la causa ancora non è stata trovata.

L’Isis ha più volte rivendicato l’attentato, ma senza fornire alcuna prova.

Mosca ha dichiarato, nella sera di sabato 7 novembre, che manderà 44 aerei a Sharm el-Sheikh per dare la possibilità a parte dei 78mila russi in vacanza nella località turistica egiziana di ritornare in patria.

La notizia segue la decisione della Russia di sospendere i voli per l’Egitto resa nota venerdì 6 novembre.

Leggi anche: Un po’ di chiarezza sull’aereo precipitato nel Sinai

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus