Me

I sopravvissuti di Auschwitz 70 anni dopo la loro liberazione

Nel 1945 vennero liberati 200mila prigionieri del campo di concentramento di Auschwitz. Di questi circa 300 sono ancora vivi

Immagine di copertina

In occasione del settantesimo anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche, avvenuta il 27 gennaio 1945, alcuni fotografi di Reuters hanno ritratto gli ultimi sopravvissuti settanta anni dopo la loro liberazione.

Si stima che all’interno del campo di concentramento di Auschwitz – situato nell’attuale Polonia – siano state uccise oltre un milione di persone, in maggioranza di origine ebraica. Dei circa 200mila prigionieri liberati nel 1945, quasi trecento sono ancora vivi. Molti dei sopravvissuti sono polacchi e alcuni di questi hanno scelto di posare con le foto dei familiari che hanno perso nel campo.

 L’allenatore di calcio che morì ad Auschwitz 

Una gita ad Auschwitz. Reportage di Davide Lerner 

La condanna del contabile di Auschwitz