Me

When I Dance

When I dance è un documentario della regista italiana Daniela Lucato che racconta la storia dei rifugiati nei campi profughi di Berlino

Immagine di copertina

When I dance è un documentario della regista italiana Daniela Lucano che racconta la storia di alcuni rifugiati attraverso gli occhi di quattro ballerini proveniente da Israele, Italia e Spagna. 

L’idea del documentario è nata con lo spettacolo Connecting fingers, che si è tenuto lo scorso giugno nell’English theatre di Berlino. I ballerini dello spettacolo teatrale avevano riprodotto alcune storie di rifugiati che vivono o hanno vissuto nei campi profughi della capitale tedesca. Il lavoro era stato realizzato solo dopo aver intervistato i rifugiati. 

Il lungometraggio vuole mostrare attraverso l’interpretazione di alcuni ballerini cosa significhi mettersi nei panni dei rifugiati. Ciascuno degli artisti ha dovuto studiare le interviste fatte ai migranti, parlare con loro e conoscerli tanto da poter essere in grado di personificare le loro storie di vita. La scelta di lavorare con dei ballerini, racconta a TPI la produttrice, è legata “all’universalità del linguaggio del corpo, al suo potere comunicativo e alla potenzialità di costruire un punto di incontro tra culture diverse”.

Il documentario è ora in post-produzione e sarà riprodotto in quattro lingue: inglese, italiano, spagnolo e urdu. Il 90 per cento del materiale è già stato girato. La realizzazione del lungometraggio è stata possibile grazie a donazioni

(Qui sotto nel video: il trailer del documentario When I dance