Me
La storia dell’uomo più isolato al mondo
Condividi su:

La storia dell’uomo più isolato al mondo

Il meteorologo Slava Korotki vive da solo in un avamposto artico nel nord della Russia, a un'ora di elicottero dal primo centro abitato

30 Ott. 2015

Slava Korotki è un meteorologo che vive in Khodovarikha, nel nord della Russia, in un avamposto artico che si trova a un’ora di elicottero dalla città più vicina. La fotografa russa Evgenia Arbugaeva, cresciuta nella regione artica, ha trascorso tre settimane con lui immortalandolo nella sua quotidianità. La sua storia è stata raccontata per la prima volta dal quotidiano britannico The Guardian, che l’ha narrata dal punto di vista della fotografa che si è isolata con lui per scoprirne la vita.

L’uomo trascorre le sue giornate lavorando, utilizzando per ore la barca da lui realizzata e costruendo miniature di case coi fiammiferi durante le lunghe notti artiche. Talvolta si reca alla stazione meteorologica vicino a Khodovarikha per raccogliere la legna necessaria per riscaldare la propria casa. A fargli compagnia ci sono solo una vecchia radio e il suo pappagallo Kesha.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus