Me
La vittoria degli studenti universitari del Sudafrica
Condividi su:

La vittoria degli studenti universitari del Sudafrica

Il presidente sudafricano Jacob Zuma ha deciso di non aumentare le rette universitarie per gli studenti

23 Ott. 2015

Dopo una settimana di intensi e violenti scontri tra manifestanti e polizia in tutto il Sudafrica, il presidente Jacob Zuma ha annullato gli aumenti delle rette universitarie previsti per il prossimo anno accademico.

Dieci giorni fa era arrivato l’annuncio che le iscrizioni delle università del Paese sarebbero aumentate dell’11,5 per cento nel 2016, in modo da poter garantire una migliore qualità dell’istruzione.

Secondo gli studenti e i leader del movimento di protesta, diventato virale con l’hashtag FeesMustFall, le tasse d’iscrizione più elevate avrebbero discriminato gli studenti più poveri, principalmente neri, e avrebbero così aumentato le diseguaglianze razziali.

(Qui sotto un video della protesta del 21 ottobre a Città del Capo in cui sono stati arrestati 30 studenti, accusati di aver tentato di irrompere nel parlamento sudafricano)

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus