Me
Cosa è successo il 22 ottobre nel mondo
Condividi su:

Cosa è successo il 22 ottobre nel mondo

Le notizie senza giri di parole su TPI

22 Ott. 2015

L’esercito statunitense e quello iracheno hanno liberato 70 curdi, prigionieri dell’Isis in Iraq, in procinto di essere giustiziati. Nel blitz è morto anche un soldato americano.

– Per la prima volta da marzo, lo spread è sceso sotto i 100 punti base. Il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, però, ha affermato che i rischi per le imprese e per i crediti delle famiglie rimangono.

– Il presidente dello Zimbawe Robert Mugabe, al potere da 28 anni e accusato di aver instaurato un regime dittatoriale, ha vinto il premio Confucio per la pace cinese, per aver portato equilibrio politico ed economico nel Paese da quando è diventato capo di stato, nel 1987.

– Un uomo armato di spada ha fatto irruzione in una scuola di Trollhattan, nella parte occidentale della Svezia, uccidendo un professore e uno studente e ferendo almeno altre quattro persone.

– Un cittadino israeliano è stato ucciso per errore a Gerusalemme da un soldato che lo aveva scambiato per un attentatore palestinese. 

– La piattaforma statunitense Netflix, che offre un servizio streaming di film e serie TV in oltre cinquanta Paesi nel mondo, è stata lanciata giovedì 22 ottobre anche in Italia.

– Per la prima volta dall’inizio dei raid aerei russi contro l’Isis in Siria, iniziati il 30 settembre scorso, la Russia ha consentito ai giornalisti di osservare direttamente l’andamento delle operazioni militari dalla base di Hemeimeem, nell’ovest della Siria. 

– Il Giappone si è offerto di finanziare il primo treno ad alta velocità dell’India, per un costo complessivo stimato di 15 miliardi.

– Il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir, durante un incontro a Vienna con i suoi omologhi russo, statunitense e turco ha dichiarato che l’interferenza del Cremlino in Siria sarebbe estremamente pericolosa e porterebbe a un peggioramento del conflitto civile.

– Secondo Amnesty International alcuni membri dell’esercito della Guinea avrebbero ucciso tre civili disarmati. Il governo ha annunciato che farà partire delle indagini in merito.

–  Dean Boyd, uno studente delle superiori statunitense, è stato accusato di aver rubato informazioni sull’ex presidente della Cia John Brennan, diffondendole su internet. È quanto afferma Wikileaks.

– Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu giovedì 22 ottobre si è recato in visita in Germania per incontrare il segretario di Stato americano John Kerry, tra gli altri. All’ordine del giorno le tensioni tra Israele e Palestina delle ultime settimane.

– Il Jewish Council for Public Affairs ha formalmente riconosciuto come genocidio il massacro degli armeniavvenuto durante la Prima guerra mondiale.

– Giovedì 22 ottobre Hillary Clinton è stata sentita come teste dalla Commissione parlamentare che indaga sulla morte di due diplomatici statunitensi e di due guardie del corpo, avvenuta nel 2012 a Bengasi, in Libia, quando era segretario di Stato. L’ex first lady ha dichiarato che gli Stati Uniti non possono permettersi di ritirare truppe e diplomatici dai territori politicamente instabili, anche se la situazione mette a repentaglio la loro vita.

– Alcuni ricercatori hanno scoperto una nuova specie di tartaruga gigante nell’isola di Santa Cruz: la Eastern Santa Cruz o Chelonoidis donfaustoi. 

Segui TPI su Twitter (@tpi)    

Iscriviti alla newsletter  

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus