Me

Trovata una nuova specie di tartaruga gigante alle Galapagos

Eastern Santa Cruz è la quindicesima specie di tartaruga gigante scoperta al mondo

Immagine di copertina

Un gruppo di scienziati ha scoperto una nuova specie di tartaruga gigante nelle Isole Galapagos. La Eastern Santa Cruz, o Chelonoidis donfaustoi, è geneticamente differente da tutte le specie finora conosciute. Per molto tempo, gli scienziati avevano pensato che tutte le tartarughe giganti dell’isola di Santa Cruz appartenessero alla stessa specie.

Il gruppo delle Eastern Santa Cruz è composto da 250 tartarughe chee vivono separate dalle altre 2mila tartarughe giganti, le Chelonoidis porteri, che vivono nella parte occidentale dell’isola.

Adalgisa Caccone, una biologa evolutiva dell’università di Yale. Ha spiegato che le due specie che vivono sull’isola di Santa Cruz hanno un guscio differente. “Il suo parente più prossimo non vive sulla stessa isola, ma su quella di San Cristobal che si trova a est” ha spiegato la biologa.

Le tartarughe giganti, che possono pesare fino a 225 chilogrammi, vivono in solo due posti al mondo: nelle Isole Galapagos dell’Oceano Pacifico, e nell’Atollo di Aldabra dell’Oceano Indiano. Mangiano erba, foglie, cactus, e frutta. Possono sopravvivere fino a un anno senza cibo o acqua.

Charles Darwin, il naturalista britannico del diciannovesimo secolo, avrebbe studiato proprio le tartarughe giganti delle Isole Galapagos, sarebbero state loro a ispirarlo mentre elaborava la teoria dell’evoluzione.

Le tartarughe sono classificate come in via d’estinzione perché sono state cacciate e usate come cibo durante lunghi viaggi in mare. Il nome scientifico della nuova specie, Chelonoidis donfaustoi, è un tributo a un ex funzionario del Parco nazionale delle Galapagos: il signor Fausto Llerena Sanchez, che è da poco andato in pensione.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista accademica scientifica Plos OneSono state catalogate finora 15 specie di tartaruga gigante nelle Galapagos.