Me

L’ex presidente del Panama Ricardo Martinelli accusato di spionaggio politico

Secondo l'accusa, avrebbe utilizzato i soldi dei contribuenti e impiegato funzionari del governo per monitorare l’attività di politici, avvocati e attivisti

Immagine di copertina

L’ex presidente del Panama Ricardo Martinelli, 63 anni, è accusato di aver organizzato e gestito durante il suo mandato, tra il 2009 e il 2014, un giro di spionaggio utilizzando fondi pubblici. 

Secondo l’accusa, Martinelli avrebbe utilizzato i soldi dei contribuenti e impiegato funzionari del governo per ascoltare le chiamate, leggere messaggi e monitorare l’attività di politici, membri del sindacato, attivisti, avvocati, dottori e altri gruppi civili. 

Il giro di spionaggio è stato descritto come “una costante e sistematica violazione della privacy e dei diritti umani dei cittadini panamensi”, secondo quanto dichiarato dal magistrato che indagava sui fatti.

L’ex presidente Martinelli dovrebbe scontare una pena di 21 anni.

Questo non è il primo capo d’accusa per cui Martinelli è stato imputato. La corte suprema del Panama lo ha accusato precedentemente per altri quattro casi, tra cui abuso di fondi pubblici, crimini finanziari e corruzione.