Me

Un’autopsia rivela che il Che Guevara del Burkina Faso fu assassinato

Secondo l'avvocato della famiglia dell'ex leader rivoluzionario del Burkina Faso, il corpo di Thomas Sankara fu crivellato di colpi d'arma da fuoco

Immagine di copertina

I risultati dell’autopsia effettuata sul cadavere di Thomas Sankara, ex leader del Burkina Faso ucciso in circostanze poco chiare durante un colpo di stato avvenuto nel Paese nel 1987, rivelano che il suo corpo fu “crivellato di colpi”.

È quanto ha dichiarato l’avvocato della famiglia Sankara, Ambroise Farama. Al momento i famigliari sono ancora in attesa di risultati del DNA che confermino o meno l’identità del cadavere.

Durante tutti i 27 anni in cui Blaise Compaore – successore di Sankara – è stato al potere in Burkina Faso (1987-2014)il permesso di riesumare il cadavere era stato sempre negato.

Le cose sono cambiate nel 2014, quando un governo di transizione ha preso il comando del Paese dopo che una serie di rivolte hanno portato alle dimissioni di Compaore.

Compaore ha sempre negato qualunque suo coinvolgimento nell’uccisione di Sankara.

Sankara è stato un militare e leader particolarmente carismatico in Burkina Faso e per questo viene ricordato come il Che Guevara africano.