Me

Quando le sagome di cartone prendono vita

Il produttore televisivo John Marshall ha realizzato alcuni autoscatti fotografando se stesso insieme a personaggi e animali che ha creato ritagliando figure nel cartone

Immagine di copertina

John Marshall, produttore televisivo che ha vinto nove Emmy award – gli Oscar televisivi – abita nella piccola Frye Island nel Maine, negli Stati Uniti, dove risiedono meno di dieci persone. 

Sul suo profilo Facebook racconta come la noia di vivere in un’isola, senza nessuna attrazione o struttura di svago, lo abbia portato a inventarsi un mondo personale, animato da personaggi fantastici e animali costruiti da lui stesso ritagliando sagome nel cartone.

Marshall ha iniziato a scattarsi fotografie che lo ritraggono mentre interagisce con i suoi “amici immaginari”, nel rosso del tramonto sull’isola. Ogni scatto è accompagnato da un commento che riporta le discussioni che ha intrattenuto con i personaggi da lui creati amplificando così la comicità del suo progetto.

“Oggi mi stavo godendo un tramonto sul lago mangiando una banana, quando ho iniziato a sentire una leggera brezza sul collo… e anch’essa odorava di banana”, scrive ad esempio, riguardo alla fotografia con la sagoma del gorilla.

“Nello yoga, questa posizione è chiamata l’albero che sta in piedi – dice riportando il dialogo con un fenicottero – “Noi fenicotteri la chiamiamo ‘stare in piedi’” – risponde l’animale.