Me

I figli della guerra civile siriana

Il fotografo Magnus Wennman ha immortalato alcuni bambini rifugiati siriani mentre scappano dagli orrori di una guerra che ha devastato le loro famiglie

Immagine di copertina

La Siria sta scomparendo. Più di quattro milioni di persone hanno lasciato il Paese dall’inizio della guerra civile 4 anni fa, il 15 marzo del 2011, quando avvennero le prime grandi manifestazioni del paese contro il regime del presidente siriano alauita Bashar al Assad. Il governo tentò di sedare le proteste,e solo per pochi mesi la guerra fu siriana, fino all’arrivo dei “foreign fighters”, i combattenti stranieri schierati al fianco dei ribelli. 

Ad oggi ci sono circa 4 milioni di rifugiati siriani ospitati in 5 differenti paesi, e più di 16 milioni di siriani che necessitano assistenza, dentro e fuori il paese. Si contano inoltre 7,6 milioni di sfollati interni.

Il dato più preoccupante però è che più di un milione di questi rifugiati sono bambini di età inferiore ai 10 anni. Il fotografo e giornalista svedese Magnus Wennman ha attraversato l’Europa e il Medio Oriente, fotografando i figli della guerra mentre provano a riposarsi e dimenticare il loro futuro spaventoso e incerto.