Me
Le notizie di oggi
Condividi su:

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

15 Set. 2015

Immigrazione: l’Unione europea vorrebbe finanziare e costruire campi per i rifugiati in Africa e in altri luoghi al di fuori dei propri confini. Durante il vertice straordinario sull’immigrazone che si è tenuto ieri a Bruxelles, il consiglio dei ministri dell’Interno dell’Ue ha inoltre annunciato che una volta che questi campi saranno funzionanti, i governi europei si riserveranno il diritto di rifiutare le richieste di asilo provenienti dalle persone che vi saranno ospitate. I ministri non sono riusciti a mettersi d’accordo sulle quote per la ridistribuzione dei migranti, ma hanno intanto approvato le operazioni nel Mediterraneo per la ricerca, confisca e distruzione dei barconi utilizzati dagli scafisti. Un nuovo incontro si terrà a ottobre.
In Ungheria da oggi è entrata in vigore una nuova legge che permetterà l’arresto di chiunque entri nel territorio ungherese illegalmente. 

– Stati Uniti: una donna è morta e 23mila persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case a causa di due incendi nel nord dello stato americano della California, sulla costa occidentale. Almeno 400 case sarebbero state distrutte. Circa 1.255 vigili del fuoco stanno cercando di domare le fiamme che hanno arso un terreno pari a 245 chilometri quadrati in due giorni. Il governatore della California ha dichiarato lo stato di emergenza. 

– Corea del nord: l’impianto di Yongbyon, il reattore nucleare principale del Paese chiuso nel 2007, è ora di nuovo operativo, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa statale KCNA. La Corea del nord sta migliorando le sue armi nucleari “in qualità e quantità”, avrebbe aggiunto. Il Paese si dichiara pronto a rispondere alle eventuali ostilità da parte del governo statunitense attraverso l’utilizzo di queste armi. 

– Australia: Malcom Turnbull ha prestato giuramento come primo ministro del Paese. Turnbull è stato eletto a leader del partito in un voto interno al partito Liberale al potere, costrinegendo alle dimissioni il predecessore Tony Abbott. Turnbull è il quarto premier australiano dal 2013. In Australia, il leader del partito di maggioranza è automaticamente anche il primo ministro del Paese. Il partito Liberale australiano è un partito conservatore di centro-destra.

– Egitto: il governo egiziano ha porto le sue scuse ufficiali al Messico, per aver erroneamente ucciso alcuni suoi cittadini durante un’operazione antiterrorismo nel deserto libico nubiano che ha causato la morte di 12 turisti. Il gruppo aveva il permesso di viaggiare nel deserto, ma il ministero dell’Interno insiste che siano entrati in una zona proibita. 

– Israele: le forze dell’ordine del Paese si sono scontrate con alcuni palestinesi alla moschea di Al-Aqsa, a Gerusalemme, per il terzo giorno consecutivo. La moschea è un luogo sacro per entrambi musulmani ed ebrei ed è per questo spesso luogo di scontri.
L’esercito israeliano ha piazzato cecchini sui tetti di Al-Aqsa e sta sparando proiettili di gomma. Almeno 17 palestinesi sarebbero rimasti feriti. 

– Cuba: sono stati arrestati oltre 50 oppositori del governo, tra cui 40 Damas de blanco, nella capitale L’Avana. Le Damas de blanco, un gruppo di donne composto dai parenti di alcuni prigionieri politici, era sceso in piazza insieme a 12 attivisti politici per chiedere il rilascio dei propri cari. Non è ancora chiaro dove siano detenuti gli arrestati e i loro cellulari risultano spenti o irragiungibili. 

Segui The Post Internazionale su Twitter (@tpi

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus