Me

Duplice attentato suicida in Camerun

Almeno sette persone sono morte e altre venti sono rimaste ferite in un duplice attentato suicida avvenuto a Kolofata, nel nord del Camerun

Immagine di copertina

Almeno sette persone sono morte e altre venti sono rimaste ferite in un duplice attentato suicida avvenuto domenica 13 settembre a Kolofata, nel nord del Camerun.

Nonostante l’attentato non sia ancora stato rivendicato, si sospetta un collegamento con il gruppo terroristico di stampo jihadista Boko Haram.

La città si trova in una delle aree chiave per il gruppo estremista, attivo soprattutto nel nordest della Nigeria e nelle zone di confine con il Ciad e il Camerun.

Sale quindi a nove il numero degli attentati suicidi nell’area d’azione di Boko Haram da luglio 2015, l’ultimo dei quali era avvenuto il 3 settembre a Kerawa, nel nord del Camerun, e che aveva provocato la morte di 20 persone. 

Venerdì 11 settembre sono state ufficialmente inaugurate tre basi – una nel nord del Camerun e due in Nigeria – della MNJTF, una forza d’intervento multinazionale composta dai corpi militari di Nigeria, Ciad, Camerun, Niger e Benin. Il corpo d’intervento, fondato nel 1994, ha intensificato le proprie attività con operazioni di antiterrorismo contro il gruppo di Boko Haram.

—  Leggi anche: Il massacro di Boko Haram in Nigeria

— Leggi anche: Cos’è Boko Haram?