Me
Venezia 72 chiude con un quarto film italiano
Condividi su:

Venezia 72 chiude con un quarto film italiano

Presentato al Festival del cinema di Venezia il quarto e ultimo film italiano, mentre cresce l'attesa per la cerimonia di premiazione di domani

11 Set. 2015

Ultimo giorno di concorso, ultimo film italiano in gara. Spetterà a Per amor vostro di Giuseppe Gaudino chiudere la 72esima edizione del Festival del cinema di Venezia

Il regista sceglie una Napoli impastata di dialetto e criminalità per ambientare una storia in bianco e nero che racconta la storia di una donna prigioniera della sua ignavia.

Dopo il ritorno alla manifestazione di Marco Bellocchio con Sangue del mio sangue, dopo il film di richiamo internazionale A Bigger Splash di Luca Guadagnino e l’esordio di Piero Messina con L’Attesa, Per amor vostro completerà il quartetto di italiani in competizione. 

Il film è un melodramma napoletano che ha come protagonista assoluta l’attrice Valeria Golino, affiancata da Adriano Giannini e Massimo Gallo. 

Anna è incapace di prendere posizioni, vittima della sua accidia, che Gaudino rappresenta come il peggiore dei peccati. Per amore degli altri ha sempre rinunciato a se stessa, ha subìto le colpe del fratello, ha accettato l’attività criminale del marito e le sue prepotenze. Ma grazie a un nuovo amore e a un nuovo lavoro riuscirà a ritrovare il coraggio di vivere.

“Questo film parla di come si mercanteggi il bisogno di sopravvivere ai nostri tempi – afferma il regista – e insegna che lasciare che le cose accadano è un danno”.

Per Gaudino, Anna è sempre stata Valeria Golino, che torna nella sua Napoli. “Non avevo armi per dirgli di no – ha dichiarato l’attrice – dopo che è venuto sotto casa mia con il copione. Me lo ha spiegato nella maniera più criptica possibile e non ho capito niente, ma le sue parole mi hanno incuriosito: c’è qualcosa di molto bello nel film”.

La protagonista della pellicola è una donna in carriera piena di contraddizioni: sicura sul lavoro quanto debole a casa, è morbosamente attaccata ai figli e fa finta di ignorare l’attività criminale del marito. 

Fa tutto “per amor vostro”, per quieto vivere, per non recare disturbo agli altri se non a se stessa. 

Valeria Golino ha creduto fortemente nel progetto e lo ha coprodotto con la Buena Onda, la casa di distribuzione che ha fondato con il compagno Riccardo Scamarcio e Viola Prestieri. 

“Avendo questo doppio ruolo ho potuto dire la mia sul film – racconta l’attrice – ed è stata un’avventura rocambolesca anche perché il metodo di lavoro di Beppe è quello di buttarti senza rete nelle situazioni. Se gli chiedi spiegazioni parte per la tangente”. 

Domani si terrà la cerimonia di premiazione della 72esima edizione del Festival di Venezia. Forse Gaudino non porterà a casa il leone d’oro come premio per il miglior film, ma per Valeria Golino potrebbe arrivare la coppa Volpi per la migliore interpretazione.

(In basso, il trailer del film Per amor vostro)

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus