Me

Il Qatar invia mille soldati in Yemen

Insieme ai militari sono stati inviati 200 mezzi corazzati e 30 elicotteri da guerra per rispondere agli attacchi dei ribelli

Immagine di copertina

L’esercito del Qatar ha inviato circa mille soldati, 200 veicoli corazzati e 30 elicotteri Apache in Yemen.

Il contingente militare verrà dispiegato nella provincia di Marib, a circa 120 chilometri dalla capitale Sana’a, dove negli ultimi giorni si sono inaspriti gli scontri tra la coalizione filo-governativa guidata dall’Arabia Saudita e i ribelli houthi ostili al presidente yemenita in esilio Abd Rabbo Mansur Hadi.

Secondo Al Jazeera, venerdì 4 settembre erano morti 45 soldati degli Emirati Arabi Uniti, 10 dell’Arabia Saudita e 5 del Bahrain in seguito ad un attacco missilistico condotto dai ribelli.

La coalizione aveva risposto con attacchi aerei sulla capitale Sana’a domenica 10 settembre.

I soldati del Qatar si uniranno alla coalizione di stati arabi guidata dall’Arabia Saudita che dal 26 marzo 2015 ha intrapreso una campagna militare per contenere i ribelli sciiti houthi e re-insediare al potere il presidente dello Yemen Abd-Rabbo Mansour Hadi.

Gli houthi sono una milizia musulmana sciita appoggiata dall’Iran che si batte per dare alla regione settentrionale dello Yemen – da loro controllata – maggiore autonomia. La coalizione capeggiata dallo stato saudita è invece composta da 12 stati, tra cui gli Stati Uniti d’America, l’Egitto e gli Emirati Arabi Uniti.

Secondo l’Onu, da marzo 2015 sarebbero morte almeno 4.500 persone nel conflitto in Yemen, di cui almeno 2.100 civili.