Me

Il più grande salvataggio di migranti del 2015 nel Mediterraneo

Tra il 21 e il 23 agosto del 2015, oltre 5mila migranti sono stati soccorsi nel Mediterraneo, di cui 4.400 sono stati tratti in salvo dalle navi dell'operazione Triton

Immagine di copertina

Tra il 21 e il 23 agosto più di 5.300 migranti, principalmente provenienti dall’Africa subsahariana, sono stati soccorsi nel mar Mediterraneo al largo delle coste libiche, secondo quanto annunciato da Frontexl’agenzia europea che coordina il pattugliamento delle frontiere esterne degli stati membri dell’Ue.

Sabato 22 agosto è stata la giornata in cui si è registrato il più alto numero di migranti salvati negli ultimi anni: la Marina militare italiana ha infatti tratto in salvo 4.400 migranti grazie al supporto di imbarcazioni britanniche, irlandesi e norvegesi.

Le navi sono messe a disposizione da quindici Paesi europei nell’ambito dell’operazione dell’Ue Triton, che presidia i flussi di migranti alle frontiere dell’Unione europea. Triton è stata lanciata a novembre del 2014.

Il flusso è incrementato considerevolmente lo scorso fine settimana grazie alle condizioni climatiche favorevoli che hanno spinto i migranti a intraprendere il viaggio della speranza nel Mediterraneo.

Dei 5.300 migranti totali arrivati nella terza settimana di agosto 2015, la missione Frontex ha contribuito a trarne in salvo circa 3.400 a bordo delle navi che partecipano all’operazione Triton

L’agenzia europea ha dichiarato che più di 95mila persone sono state soccorse nelle acque del Mediterraneo nei primi sette mesi del 2015. 

Secondo quanto riportano le Nazioni Unite, circa 264mila migranti hanno intrapreso il viaggio nel Mediterraneo nei primi sei mesi del 2015. Di questi, 104mila sono giunti in Italia. Gli altri 160mila sarebbero arrivati in Grecia. 

(Qui sotto: una mappa mostra gli ingressi illegali nell’Unione europea da gennaio a giugno 2015)