Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cosa è successo il 17 agosto nel mondo

Le notizie senza giri di parole su TPI

Immagine di copertina

Thailandia: una bomba esplosa vicino al santuario induista di Erawan, nota meta turistica nel centro di Bangkok, ha ucciso almeno 18 persone e ne ha ferito circa ottanta. Finora l’attacco non è stato rivendicato, ma il ministro della Difesa Prawit Wongsuwon ha detto che “l’attentato ha preso di mira stranieri e che la bomba era volta a danneggiare il turismo e l’economia del Paese”.

Siria: almeno 96 persone sono morte in un attacco aereo delle forze governative siriane, che la sera del 16 agosto ha colpito il mercato di Douma, città a dieci chilometri da Damasco. I raid governativi sono proseguiti il 17 agosto, in un quartiere a nord della capitale siriana. Il vice-segretario generale delle Nazioni Unite e coordinatore degli aiuti umanitari, Stephen O’Brien, ha detto di essere “inorridito” dagli attacchi contro i civili, un crimine “illegale, inaccettabile e che deve finire”. Finora le vittime del conflitto siriano, in corso dal 2011, sono almeno 250mila.

Gaza: le autorità egiziane hanno riaperto il valico a Rafah per la prima volta negli ultimi due mesi, per consentire ai palestinesi di attraversare il confine tra l’Egitto e la Striscia di Gaza. Si tratta dell’unico passaggio non controllato dagli israeliani. Oltre 20mila persone hanno richiesto di poter utilizzare il valico, fra cui numerosi studenti e persone che vogliono recarsi all’estero per ricevere cure mediche non accessibili a Gaza.

Egitto: il presidente egiziano Abdel Fatah al-Sisi ha approvato una legge anti-terrorismo, che punisce con una multa fino a 700 mila euro chi riporta notizie false su possibili attentati o riferisce in modo inesatto le dichiarazioni ufficiali del governo. La legge è stata fortemente criticata, in quanto potrebbe limitare la libertà di stampa e di espressione.

– Italia: oltre 700 migranti sono sbarcati in Italia, nel porto di Catania e in quello di Reggio Calabria. In seguito a un naufragio al largo della Libia, 49 migranti sono annegati e i corpi sono stati recuperati da una nave norvegese. In segno di rispetto per le vittime, il sindaco di Catania ha annullato i fuochi d’artificio previsti per la giornata di oggi e ha organizzato una cerimonia commemorativa, con il lancio di palloncini bianchi in ricordo delle vittime.

Segui TPI su Twitter (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E