Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Attraverso le finestre di Mumbai

Gli affitti a Mumbai variano dai 5 ai 1800 euro al mese: una differenza che riflette le contraddizioni della città e la forte diseguaglianza sociale

Immagine di copertina

Dalle fatiscenti e sovraffollate baraccopoli agli appartamenti ipermoderni e di lusso: la variegata architettura della città indiana di Mumbai mostra chiaramente la disparità delle condizioni di vita dei suoi abitanti. Gli affitti mensili possono variare dai 1800 ai 5 euro.

Mumbai ospita 23 milioni di persone ed è una delle città più densamente popolate al mondo. Il fotografo Reuters Danish Siddiqui l’ha visitata e ha deciso di raccontarla guardando le finestre dei suoi edifici, che ne racchiudono tutte le contraddizioni.

Nonostante l’eccesso di alloggi di lusso invenduti, Mumbai è davvero carente di abitazioni a prezzi abbordabili. La metà delle famiglie guadagna meno di 285 euro circa al mese. Anche le case popolari costruite dal governo – che costano poco meno di 22mila euro – sono dunque fuori portata per queste famiglie.