Me

Il presidente egiziano al-Sisi amplia il Canale di Suez per risollevare l’economia

Il nuovo tratto di canale è costato 7,7 miliardi di euro e si sviluppa parallelamente a quello già esistente per una lunghezza di circa 37 chilometri

Immagine di copertina

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha inaugurato il 6 agosto un ampliamento del canale di Suez, il canale artificiale che collega il Mar Rosso al Mar Mediterraneo.

Il nuovo tratto di canale è costato 7,7 miliardi di euro e si sviluppa parallelamente a quello già esistente per una lunghezza di circa 37 chilometri.

I lavori per l’opera sono durati un anno e rappresentano il punto di partenza del piano di al-Sisi per risollevare l’economia egiziana.

Secondo il governo egiziano, infatti, l’ampliamento del canale di Suez porterà a una forte crescita dell’economia del Paese e creerà un milione di nuovi posti di lavoro.

Attualmente il canale ospita comunque un traffico al di sotto della propria capacità massima, anche perché le navi che ci passano sono in calo rispetto al loro picco avvenuto otto anni fa.

Anche quest’anno, il traffico nel canale è diminuito a causa della crisi economica della Cina, che ha contribuito a ridurre la richiesta del petrolio del golfo Persico da parte dei Paesi occidentali, sostiene il New York Times.

Al-Sisi ha inaugurato il nuovo canale con una cerimonia solenne alla quale hanno partecipato diversi leader mondiali. In rappresentanza dell’Italia era presente il ministro della Difesa Roberta Pinotti.