Me

Si è dimesso il capo dell’ufficio politico dei Taliban

Syed Agha Tayyab ha lasciato la sua carica perché in disaccordo su come i Taliban hanno gestito la notizia della morte del Mullah Omar e la scelta del suo successore

Immagine di copertina

Il capo dell’ufficio politico dei Taliban afghani, che ha sede in Qatar, si è dimesso.

Syed Agha Tayyab ha lasciato la carica perché non avrebbe condiviso, tra le varie cose, il modo in cui è stato scelto il successore del Mullah Omar dopo la sua morte, Akhtar Mansour.

Secondo quanto riporta il quotidiano britannico The GuardianSyed Agha Tayyab ha criticato il fatto che la morte del Mullah Omar “è stata tenuta segreta per quasi due anni” e che il nuovo leader è stato nominato da persone che risiedono al di fuori dell’Afghanistan.

A tal proposito, alcuni combattenti Taliban avrebbero aggiunto che non tutti i membri del Consiglio Supremo dei Taliban Afghani sarebbero stati consultati in merito alla decisione di eleggere il nuovo leader del movimento.

Syed Agha Tayyab, che è stato segretario personale del Mullah Omar, avrebbe inoltre dichiarato che ha presentato le proprie dimissioni anche per evitare “controversie future” all’interno dei Taliban, precisa la Bbc.

Resta il fatto che la rinuncia di Tayyab Agha rappresenta un’ulteriore prova riguardo l’esistenza di una frattura interna al gruppo dei Taliban.

Inoltre, i negoziati di pace tra il governo afghano e i Taliban, che sarebbero dovuti riprendere il 31 luglio a Islamabad, in Pakistan, sono stati momentaneamente rinviati.