Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

La borsa di Atene ha riaperto

La riapertura è avvenuta il 3 agosto dopo cinque settimane di stop, il più lungo dagli anni Settanta. Nel giorno della riapertura, ha chiuso perdendo il 16,2 per cento

Immagine di copertina

Lunedì 3 agosto l’Athens Stock Exchange – la borsa di Atene – ha riaperto dopo cinque settimane di chiusura: era infatti ferma dal 29 giugno, nei giorni in cui la Grecia stava attraversando uno dei momenti più complessi della propria crisi ed era a corto di liquidità.

Nel giorno della riapertura, la borsa di Atene ha chiuso perdendo il 16,2 per cento, il peggior calo giornaliero della sua storia.

I titoli più colpiti sono stati quelli delle banche, che rappresentano circa un quinto del valore complessivo dei titoli quotati in borsa ad Atene.

I titoli dei quattro principali istituti di credito del Paese – la Piraeus, la Ethniki, la Alpha e la Eurobank – hanno perso il 30 per cento del proprio valore.

Nei primi minuti dall’apertura, la borsa di Atene ha perso subito il 22,87 per cento, perdita che è andata appianandosi con il passare delle ore.

La riapertura della borsa greca – che è avvenuta dopo il suo più lungo stop dagli anni Settanta ad oggi – è arrivata con diverse limitazioni volute dal ministero delle Finanze.

Oggi gli investitori greci possono acquistare azioni soltanto utilizzando denaro che non è depositato nelle banche elleniche.

Nonostante il crollo della borsa greca, le altre borse dei Paesi dell’eurozona non hanno subito particolari contraccolpi: Milano ha guadagnato lo 0,75 per cento, Francoforte l’1,1 e Parigi lo 0,67 per cento.